L’importanza di respirare, la tecnica del palloncino

L’importanza di respirare, la tecnica del palloncino

L’importanza di respirare, la tecnica del palloncino

Respirare è un’azione fondamentale per la sopravvivenza del nostro organismo.

Respirare per noi è automatico, ma spesso non lo facciamo nel modo corretto al fine di migliorare la funzionalità e le sensazioni di benessere del nostro corpo.

Spesso e volentieri ci sentiamo affannati, col fiato corto o addirittura senza fiato anche senza fare chissà quale sforzo fisico; questo succede (salvo patologie) perché non siamo più abituati a respirare a fondo per nutrire il nostro corpo di quell’aria così vitale e perché utilizziamo solo in piccola parte le nostre capacità respiratorie.

C’è una differenza tra la respirazione alta e la respirazione bassa: la prima coinvolge principalmente le coste, le clavicole e le spalle che inspirando si innalzano, si contrae l’addome e di conseguenza si abbassa il diaframma. Mentre la seconda, anche detta respirazione addominale o diaframmatica, coinvolge principalmente il diaframma che, entrando in funzione e abbassandosi notevolmente, lascia maggiore spazio ai polmoni consentendo una migliore ossigenazione.

Respirando meglio anche la nostra salute ne trova giovamento: siamo più sani, più forti, meno crucciati e più sereni. Quando ci sentiamo stanchi e stressati è un segno che nel corpo e nella mente non c’è sufficiente ossigeno: è proprio l’ossigeno, infatti, che permette al nostro cervello di lavorare correttamente.

Se la respirazione non è adeguata, nel nostro sangue ristagnano inoltre tossine che possono danneggiare le nostre funzioni vitali.

Come possiamo fare per per migliorare e potenziare la nostra respirazione al fine di stare meglio? Sicuramente in primis ci possiamo rivolgere a persone qualificate nell’insegnamento della respirazione!

Nel nostro quotidiano possiamo però applicare alcune piccole regole che ci aiutino a respirare meglio: all’inizio ci vogliono attenzione e concentrazione, in seguito, il nostro corpo acquisirà l’automatismo corretto .. ma come in ogni cosa ci vogliono allenamento e costanza!

Ecco un esercizio che possiamo fare per iniziare a respirare meglio: ci sdraiamo a pancia in su (in una posizione comoda) e chiudiamo gli occhi concentrandoci su come respiriamo abitualmente, senza pensarci. Cerchiamo di comprendere fin dove l’aria “scende” nel nostro corpo, poi proviamo a capire se mentre respiriamo solleviamo le spalle e il torace, se soffiare l’aria fuori dai polmoni è uno sforzo, oppure no …

Una volta compreso com’è strutturato il nostro respiro “abituale”, immaginiamo il nostro addome come un palloncino: quando inspiriamo dobbiamo gonfiare il palloncino più possibile spingendo l’aria fino in fondo al nostro addome (fino ad arrivare nel nostro immaginario alla zona pelvica).

Quando invece espiriamo dobbiamo svuotare il palloncino completamente.

Di conseguenza il nostro addome si gonfierà durante l’inspirazione e si sgonfierà durante l’espirazione.

Possiamo aiutarci tenendo una mano appoggiata al nostro addome per verificare che questo gonfia/sgonfia avvenga effettivamente; l’altra mano appoggiata sul torace dovrà invece muoversi in modo quasi impercettibile.

Inizialmente dobbiamo limitarci a qualche ciclo di respirazione poiché l’ossigeno, che arriverà in quantità maggiore rispetto al solito, ci potrà “dare alla testa” facendocela girare un po’!

Giorno per giorno aumenteremo questo esercizio di qualche ciclo respiratorio fino a che, divenuta un’abitudine, cominceremo a respirare automaticamente nel modo più corretto e più utile al nostro benessere.

Questa pratica torna utile soprattutto nei momenti in cui la fame ci assale: concentrandoci sulla respirazione e sul nostro corpo, possiamo riuscire a distrarre l’attenzione da quel senso di ansia e stress dovuto alla “fame feroce”, a cui difficilmente resistiamo!

Questo è solo un primo passo per scoprire i benefici della respirazione!

Il consiglio è di scrivere i miglioramenti che percepiamo giorno per giorno, per capire se stiamo agendo nel modo corretto e soprattutto se stiamo ottenendo qualche buon risultato!

Buona respirazione!

MR

segui i nostri corsi pratici!

 

2 Commenti

  1. Patrizia Robello

    Grazie per questo articolo molto interessante, la respirazione è la base della nostra vita, e una buona respirazione completa è importante per ossigenata l intero corpo, nasciamo con questo automatismo perfetto che perdiamo crescendo nello stress e nel frullino del vita quotidiana, respiriamo poco e male e ci ammaliato! Questo i monaci lo sapevano bene e cantando la salmodia, versetti scanditi da una respirazione profonda e regolare , in grado di regolarizzare il battito cardiaco. Grazie per averci ricordato come respirare bene,…mangiare bene, dormire bene e respirare bene per vivere una sana e felice vita quotidiana!!!! Buona giornata

     
  2. Per completare il puzzle ci vuole una buona capacità di respirazione!

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*