Coltivare lo zenzero in casa

Coltivare lo zenzero in casa

Coltivare lo zenzero in casa

Molti ci domandano come coltivare in casa propria lo zenzero.
La risposta è sempre la stessa: piantandolo nella terra, innaffiandolo regolarmente e portando pazienza…

Comprendiamo che per i più questa possa non essere una risposta adeguata quindi in queste poche righe entriamo maggiormente nell’argomento.

Lo zenzero non ha bisogno di molte cure, è una pianta abbastanza resistente a patto che:
1 non riceva il sole diretto
2 l’habitat dove lo inserite non abbia temperature inferiori ai 15 gradi
3 venga innaffiato spesso, la terra deve essere sempre umida ma l’acqua non deve ristagnare.
4 quando la pianta ha fatto steli e fiori è il momento di raccogliere i rizomi.

– Comprate un pezzo di zenzero, carnoso e con alcuni germogli (o accenno di germoglio).
Tenetelo a bagno in acqua per una notte almeno ( questo diluirà eventuali ritardanti della crescita spruzzati sul rizoma).

Interratelo in un vaso capiente calcolando che una pianta sana ha bisogno di almeno 20 cm di distanza da una sua simile, piantata nello stesso vaso.

– L’interramento dovrebbe avvenire di buona regola a fine inverno/ inizio primavera, a una profondità di circa 10 cm e i germogli devono stare verso l’alto.

– Il terreno che usate deve essere un terreno ricco di nutrienti.

– Calcolate che la pianta cresce nella parte aerea lentamente e arriva a circa un metro di altezza ( a noi quello che interessa è sotto terra).

-Una volta raccolto lo zenzero potrete tenere da parte alcuni rizomi e poi ripiantarli per la stagione successiva.

Lo zenzero è un elemento importante in una dieta sana ed equilibrata. Ha moltissime proprietà che lo rendono una fonte utilissima per il nostro organismo.
Se non lo avete mai provato… fatelo ora, scoprire nuovi gusti è una regola di grande aiuto per variare la propria alimentazione.

P.s. l’articolo originale è stato pubblicato nel forum di cucina di Chef Sergio maria Teutonico e trovate tutta la discussione QUI

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*